Come passare il numero di cellulare verso un altro operatore

Il tuo piano telefonico ti offre un pacchetto dati molto striminzito e ogni mese superi la soglia prevista? Vorresti una soluzione per avere più minuti per le chiamate e magari la possibilità di effettuarle anche verso numerazioni estere? La tua tariffa non prevede l’invio gratuito dei tradizionali messaggi di testo? Nella zona in cui trascorri la maggior parte del tuo tempo non c’è abbastanza copertura di segnale per il gestore telefonico che utilizzi attualmente e navighi lento su internet? Se stai riscontrando almeno uno di questi problemi elencati sopra, allora potrebbe essere arrivato il momento di passare la SIM verso un altro operatore. Ad oggi, infatti, tutti gli operatori di telefonia mobile offrono un’immensa quantità di soluzioni utili per poter effettuare telefonate, navigare in internet ed inviare SMS a prezzi molto contenuti. Ovviamente, alcuni gestori come Iliad, KENA e ho.mobile, sono piuttosto noti per le loro promozioni piuttosto vantaggiose ed estremamente economiche, tuttavia anche gli operatori già da tempo presenti nel nostro territorio – come TIM, Vodafone e WINDTRE – non mancano all’appello. Ma cosa serve per fare la portabilità di un numero di cellulare?

Requisiti necessari

Ovviamente, prima di iniziare assicuriamoci di avere tutto il necessario ed essere pronti per effettuare la portabilità. Generalmente, è sufficiente:

  • conoscere il numero di cellulare che stiamo utilizzando e che vorremmo passare verso il nuovo gestore
  • conoscere il seriale della SIM in uso che sarà indispensabile per fare la migrazione
  • possedere un documento d’identità valido
  • possedere la tessera sanitaria
  • verificare eventuali vincoli contrattuali con il gestore attualmente in uso

Riguardo il seriale della scheda, oltre a poterlo leggere direttamente sulla SIM (estraendola dallo smartphone) o dalle impostazioni di iOS e Android, sono disponibili nel Play Store ed App Store numerose applicazioni per ottenere le informazioni sulla scheda SIM inserita nel nostro telefono. Se hai difficoltà a recuperarlo, potrebbe risultare utile contattare il proprio operatore e farsi avere la sequenza numerica corretta da comunicare al gestore verso cui stiamo passando.

Come fare la portabilità del numero

Innanzitutto, trova l’offerta migliore per le tue necessità e solo dopo aver verificato che con il tuo attuale gestore non hai vincoli e impegni contrattuali di una specifica durata, procedi al passaggio del tuo numero di cellulare. Collegati quindi al sito dell’operatore di destinazione o recati nel negozio più vicino presente nella tua città portando con te tutti gli elementi elencati nel paragrafo “Requisiti necessari”. La procedura per passare a Iliad, ad esempio, può essere completata esclusivamente online pagando con carta di credito e ricevendo la nuova SIM dopo pochi giorni direttamente a casa mentre alcuni operatori richiedono che tu debba necessariamente recarti nel loro centro fisico. Ovviamente, in alcuni casi, determinate promozioni potrebbero richiedere l‘addebito automatico della spesa mensile direttamente sul conto corrente o carta di credito: in questo caso, dovrai portare i riferimenti per utilizzare uno di questi metodi di pagamento.

Dopo aver effettuato la procedura di portabilità, la nuova SIM che hai acquistato sarà già attiva e pronta per essere utilizzata dopo pochi minuti ma con un numero di cellulare provvisorio: ovviamente, attiva anche la tua vecchia numerazione telefonica continuerà a restare attiva sulla SIM che già utilizzi. La portabilità solitamente si completa in 2-3 giorni lavorativi e potresti ricevere un SMS sul tuo numero di cellulare con la data prevista del passaggio: ad operazione completata, vedrai che la tua vecchia SIM non sarà più utilizzabile poiché non riuscirà a captare il segnale, il numero provvisorio diverrà inesistente e il tuo vecchio numero di cellulare risponderà sulla scheda del nuovo operatore.

Copyright Il mio Device 2020
Shale theme by Siteturner