Come rendere la propria casa smart

Come è possibile rendere la propria casa smart? Con questo termine si definisce una abitazione che utilizza un impianto domotico per migliorare la vita di chi vi risiede. Come è facile intuire, risulta piuttosto elencare tutti i fattori che fanno di una casa una “smart home”. Nonostante ciò, esistono alcuni dispositivi (alcuni anche piuttosto comuni) che possono essere sfruttati nell’ambito della domotica per rendere innovativa la propria abitazione.

In questo articolo, analizzeremo quali sono i principali fattori che rendono una casa “smart” e come essi funzionano. Naturalmente si tratta solamente di un piccolo assaggio, in quanto al giorno d’oggi è praticamente possibile integrare qualunque funzione domestica con comandi vocali o con altre funzioni estremamente avanzate.

Come rendere la propria casa smart: prima di tutto l’assistente virtuale

Ancor prima di scendere nei dettagli, va detto come sia importante scegliere il proprio assistente virtuale: che si tratti di Alexa o di Google Assistant infatti, tale scelta è molto importante.

Soffermarsi sulle caratteristiche dei due assistenti e dei relativi dispositivi, non è il compito di questo articolo. Basti però pensare che tale scelta, soprattutto in termini di compatibilità, può avere ripercussioni anche notevoli per quanto riguarda la gestione della casa.

Quali dispositivi sono indispensabili per una casa smart?

Passiamo in rassegna i principali dispositivi che permettono a una qualunque abitazione di fare il passo di qualità definitivo verso la modernità.

Le lampadine LED in tal senso, sono un must. Oltre ad essere ecologiche infatti, queste si prestano perfettamente alla filosofia delle smart home. Che si tratti di dispositivi a gradiente o meno, esse costituiscono una sorta di dispositivo base (anche in virtù del prezzo) per quanto riguarda le smart home. Le lampadine smart possono essere gestite attraverso appositi timer, ma anche con l’ausilio di sensori di movimento o, più semplicemente, possono essere gestite attraverso la voce. Il mercato offre un gran numero di modelli di tali prodotti e si spazia dalle lampadine più semplici, acquistabili per qualche decina di euro, fino ai set di quelle più avanzate; consigliabile è affidarsi a siti di domotica che contengono guide agli acquisti per aiutarci nella scelta.

Strettamente collegati alle lampadine, vi sono le prese intelligenti (dette anche smart plug). Si tratta di prodotti che si collegano alle prese elettriche e che consentono il controllo remoto di altri dispositivi come le suddette luci o altri tipi di elettrodomestici. Queste funzionano attraverso app per mobile e consentono di accendere o spegnere qualunque dispositivo smart sia collegato ad esse anche quando ci si trova fuori casa.

Telecamere, citofoni, termostati e tanto altro

Il passo successivo è costituito dall’integrazione di telecamere, siano esse di sicurezza o semplici baby monitor, nella propria abitazione. Anche in questo caso, i prodotti variano dai dispositivi base sino a quelli più avanzati, con relativa crescita esponenziale dei prezzi.

Perché dunque non ricorrere anche a un campanello di casa ad alto concentrato tecnologico? Originale ma soprattutto utile per la sicurezza, i modelli di video-campanelli smart permettono di sapere chi sta suonando alla porta della propria abitazione anche quando si è lontani dalla propria casa. La maggior parte di questi citofoni, avvertono l’utente direttamente tramite app quando quando qualcuno suona. Non solo: i modelli migliori consentono anche di comunicare al citofono come se ci si stesse trovando realmente a casa.

In questa lista rientrano anche i termostati. Se il timer è tutt’altro che una novita quando si tratta di regolare le temperature domestiche, i termostati smart possono comunque sorprendere notevolmente. Essi infatti basano la temperatura di casa in base a fattori come il numero di persone al suo interno o alla temperatura esterna (consentendo dunque anche un notevole risparmio di energia). La possibilità di gestire la temperatura da remoto poi, è un ulteriore vantaggio da non sottovalutare.

Da non dimenticare poi dei dispositivi particolarmente utili come i rilevatori di fumo o di fughe di gas. Questi, interagendo con i dispositivi mobile anche a distanza, permettono  di avere sempre sotto controllo la situazione in casa.

Per gli elettrodomestici invece, possiamo affidarci ad un telecomando universale come il Logitech Harmony, dal costo però piuttosto elevato, o in alternativa installare un app che ci permetta di trasformare il nostro telefono in telecomando.

Conclusioni

Quanto appena elencato è solo un piccolo assaggio di ciò che può rendere la propria casa smart. Grazie anche all’integrazione del sistema applet offerto da IFFFT è possibile, anche con pochi gadget smart a disposizione, creare un sistema smart davvero invidiabile. Anche i costi, che tutto sommato stanno gradualmente scendendo, sembrano favorire questa direzione così interessante (e dal sapore fantascientifico) delle nostre case.

Copyright Il mio Device 2019
Shale theme by Siteturner